sabato 12 agosto 2017

emoticon: le idiozie del sistema per rincretinire la gente

FACCINE IDIOTE PER ADDORMENTARCI
EMOTICON E I CONDIZIONAMENTI IDIOTI DEL SISTEMA
(svegliati non usare più queste faccine idiote, ti schiavizzano)

Queste strane espressioni simboliche realizzate tramite determinate combinazioni di caratteri (parentesi, due punti, punto e virgola, numeri, ecc..) che dovrebbero servire ad esprimere uno stato d'animo, altro non sono che la massima espressione della idiozia digitale. Non si pensa più, il potere vuole che il popolo non pensi più ma che si adatti alle sue direttive. La gente che usa queste emoticon non si rende conto di avere le catene nel cervello. L'iniziativa e la creatività sono totalmente azzerate. Lo stato d'animo ci viene imposto dal sistema... Poveri noi.
Emoticon: la massima espressione dell'idiozia nell'era digitale
  
ecco un'altra emoticon idiota. Per dire SI basta un pugno

Il sistema progetta ogni cosa per dominarci. La scuola ci condiziona sin da piccoli e anche tutto l'ambiente che ci circonda. I libri sono stati scritti solo da scribacchini del potere. Il potere logora lentamente ogni tua iniziativa, lo fa per rendertiinoffensivo e docile. Il potere ti vuole schiavo.
Nell'era di internet moltissimi non sono più capaci di scrivere su un foglio di carta con matita o con biro. Si scrive solo tramite cellulare e si è totalmente incapaci di scrivere due righe su di un foglio di carta, immaginiamoci una lettera. Non si conosce più la sintassi e la stilistica non si sa più cosa sia. Si sbaglia a scrivere tutto. Si scrive bho e si dovrebbe scrivere boh, si scrive mha e si dovrebbere scrivere mah, si scrive he e si dovrebbe scrivere eh... e così via. La lettera H posta dopo la vocale ne prolunga il suono ma sono poche persone a sapere questa cosa.
Si usano stupidi termini stranieri...
Single per libero, nubile, celibe
privacy per riservatezza
check up per esame, controllo
welfare per benessere
Adesso il potere occulto ha inventato le sataniche emoticons. E così tutti per esprimere uno stato d'animo ti mandano una faccina, voluta dal sistema per renderti ancora più idiota.
Per dire SI, oppure per dire d'accordo c'è il pugno chiuso col pollice verso l'alto.
La gente è schiavizzata completamente, ma crede di essere libera. Guai a svegliarla da questo letargo. GUAI !!!    (salvatore brosal)


sabato 29 luglio 2017

Noi siamo l'Italia non voi. Accusa implacabile contro una generazione di insensibili !


La nostra esistenza non nasce dal nulla ma è il risultato di una lunga catena di generazioni che sgorga, cresce e si completa attraverso processi storici, politici e culturali. Noi nasciamo più di tremila anni fa per diventare i protagonisti della più vecchia ed immensa cultura del mondo. I nostri antenati hanno vissuto e combattuto contro le guerre, contro le pestilenze, contro la miseria e contro la fame. Ogni generazione ha avuto dinnanzi agli occhi un solo modello da seguire: lottare per dare un futuro più felice, più sicuro e più sereno ai figli e ai figli dei figli. Ecco perché anche nel bisogno i nostri antenati hanno continuato ad educare i bambini e sono morti per loro. Hanno superato anni lunghi e difficili fra miseria, freddo e carestie. Ci hanno trasmesso il grande messaggio: siamo morti affinché voi possiate continuare a vivere.Nessuna generazione e nessuno individuo si è mai sentito isolato dalla storia del mondo. C'è sempre stata una continuità fra passato, presente e futuro. E sempre c'è stato in noi l'obbligo di custodire come bene prezioso l'immensa eredità dei nostri antenati e di arricchire il futuro della progenie con altro impegno assiduo. Per questo furono costruite e preservate nel corso delle generazioni opere di grande significato come riferimento alla nostra grande storia. Si è sempre preservato, mantenuto, curato e rinnovato il patrimonio culturale come eredità per i posteri. Si è sempre fatto così. Noi siamo la Storia. Noi siamo la Cultura, noi siamo l'eredità. Così deve essere, così deve continuare. Certo il futuro è incerto, però noi vogliamo riconoscere e preservare la genialità e la creatività del nostro glorioso passato. Vogliamo emergere dalla tomba del passato millenario per ritrovare le tracce della nostra natura, della nostra stirpe per vedere più nitido il volto del futuro. Se i nostri grandi antenati tornassero in vita si riconoscerebbero in questa Italia di oggi? Siamo stati il grande passato. Siamo stati il fascino con la Sardegna dei nuraghi, siamo stati la Magna Grecia con Sibari, Agrigento, Crotone, Taranto. Siamo stati la Roma imperiale, siamo stati il Regno delle due Sicilie, con Napoli magnifica Capitale. Siamo stati la “serenissima Repubblica di Venezia” con Venezia splendore di bellezza. Siamo stati un popolo di letterati, pittori, scultori, navigatori, medici, matematici. Siamo stati la Storia, siamo stati il Mediterraneo.

Archimede, Pitagora, Giulio Cesare, Gioacchino da Fiore, Dante Alighieri, Bernardino Telesio, Luigi Lilio, Antonio Vivaldi, Gioachino Rossini, Giacomo Puccini, Rino Gaetano, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino. Cosa direbbero: Noi siamo l'Italia, abbiamo vissuto e siamo morti per voi.
Per voi abbiamo vissuto, per voi siamo morti?
Voi avete stracciato questo legame millenario
Voi avete buttato l'eredità dei vostri antenati in una discarica solo per pigrizia.
Essi sono morti affinché voi possiate vivere.
Voi vivete ...e non sentite nessun obbligo verso i vostri antenati, né tanto meno verso i vostri posteri.
Ai vostri posteri state lasciando solo un cumulo di rovine, un cumulo di letame privo di ogni valore culturale. Siete riusciti nello spazio di una sola generazione a distruggere più di 3 mila anni di storia. Tutto questo non vi disturba affatto. Concetti come Popolo, Cultura, eredità sono a voi totalmente estranei. Va bene, così vivete la vostra insignificante vita.
Lasciate marcire la vostra cultura, deridete pure i vostri antenati. Non c'è modo di convincervi, non importa... 

Voi non siete l'Italia. Noi siamo l'Italia. (salvatore brosal, hervé schirrhein, georges rocher)

lunedì 26 giugno 2017

Il processo di Norimberga: la più grande farsa giuridica del XX secolo




Il processo che fu il crimine dei crimini. 11 condannati all'impiccagione. Hermann Göring, però, si era tolto la vita il giorno prima con una capsula di cianuro. E la sua morte scombussolava i loro piani. Restavano 10 uomini da giustiziare; e questo per loro non andava bene. Bisognava assolutamente rispettare il macabro rituale massonico di questo processo farsa con 11 condannati a morte. Gli impiccati dovevano essere 11 e non 10, e così impiccarono anche un uomo morto, Göring appunto. Tutti gli imputati si dichiararono non colpevoli. La regia del processo di Norimberga fu fatta da una mente demoniaca. Basta pensare che i bombardamenti distruttivi sulle popolazioni civili delle città di Hiroshima e Nagasaki in Giappone, e di Dresda in Germania rimasero per sempre impuniti. L'azione più infame e anticristiana, però, rimane quella di non avere consegnato le salme dei condannati alle famiglie, che furono, a spregio, bruciate e le ceneri disperse nel torrente Konventzbach presso Monaco. Il “processo di Norimberga” è il nome che viene usato per indicare due distinti gruppi di processi ai gerarchi nazionalsocialisti nella seconda guerra mondiale. I processi si tennero a Norimberga dal 20 novembre 1945 al 1 ottobre del 1946. Norimberga era considerata, insieme a Berlino e Monaco di Baviera, simbolo dell'ideologia nazionalsocialista. La Germania nazionalsocialista era riuscita in un paio di anni a ridurre drasticamente la disoccupazione dei lavoratori tedeschi che da sette milioni di disoccupati scesero a zero. Inoltre, grazie al grande progetto di risanamento delle imprese, furono salvate dalla mattanza delle aste giudiziarie tutte le aziende agricole. Questo è stato il grande motivo che provocò l'invidia dei nemici del Reich e costrinsero la Germania alla guerra. Germany musst perish, la Germania deve essere distrutta, si gridava negli ambienti del Potere massonico mondiale. Scoppiò quindi la guerra per distruggere il Reich e a fine guerra venne organizzato il processo farsa di Norimberga per completare l'opera di distruzione anche a livello culturale. I processi contro “presunti dittatori” sono diventati una farsa, grazie all'arroganza e alla strafottenza degli Americani che seminando distruzione e morte propagandano la loro feroce condotta di morte come azione, portatrice di pace. “Norimberga fu il giudizio dei vincitori sui vinti. Non servì principi giuridici, ma gli interessi delle potenze che lo organizzarono, quelle che avevano sconfitto la Germania. Spero che di Norimberga si perda il modello.” Renzo De Felice (Rosso e Nero, 1995) “Un Tribunale costituito dai vincitori e non basato su norme preesistenti può solo definirsi strumento di vendetta e non di giustizia” (Benedetto Croce, 1947) Il processo agli alti gerarchi nazionalsocialisti ebbe inizio nel Palazzo di Giustizia di Norimberga il 20 novembre del 1945 e la corte era presieduta dal giudice britannico lord Geoffrey Lawrence, marionetta di Rothschild. I capi nazionalsocialisti, i “vinti”, erano sul banco degli accusati nelle vesti di imputati. I “vincitori”, statunitensi, francesi, britannici e sovietici, erano invece nelle vesti di giudici e della pubblica accusa. Criminali di guerra erano solo i vinti, i vincitori erano i giudici supremi che facevano valere, in questo modo squallido, una giustizia inesistente. Il Tribunale era formato in base paritaria da rappresentanti degli Stati Uniti, URSS, Inghilterra e Francia. Le accuse che vennero mosse contro gli imputati tedeschi furono suddivise in tre categorie: crimini contro la pace, crimini di guerra, crimini contro l’umanità. Nonostante l’organizzazione democratica ancora oggi molte sono le perplessità a livello giuridico circa la validità di tale processo dovuto sia alla metodologia con il quale si è sviluppato, sia a causa della stessa composizione della Corte. Interessante è l’analisi dei diversi codici militari che possono svelare perché molti studiosi considerano questo processo la più grande farsa giuridica del XX secolo. “La costituzione degli Stati Uniti, che non consente l’introduzione di leggi retroattive, non è una raccolta di parole soggette a libera interpretazione: è il fondamento della nostra giustizia. E’ cosa disgustosa che a Norimberga si sia venuto meno ai nostri principi costituzionali per punire un avversario sconfitto. (…) Un processo tenuto dai vincitori a carico dei vinti non può essere imparziale perché in esso prevale il bisogno di vendetta. E dove c’è vendetta non c’è giustizia”. John Fitzgerald Kennedy 35° Presidente degli Stati Uniti d’America. Martin Borman: Condannato a morte in contumacia, il corpo venne ritrovato nel 1972. Karl Dönitz: 10 anni Großadmiral, comandante della Kriegsmarine dal 1943 e, dopo la morte di Hitler, presidente del Reich. Hans Frank: Governatore del Governatorato Generale – Impiccato il 16 ottobre 1946. Wilhelm Frick: Ministro dell'Interno del governo Hitler – condannato a morte. Hans Fritzsche: Popolare commentatore radiofonico. Fu processato al posto di Joseph Goebbels, morto suicida. Walther Funk: Ministro dell'Economia del governo Hitler – Ergastolo. Hermann Göring: Era il comandante in capo della Luftwaffe. Era il gerarca più importante tra i presenti al processo. Condannato all'impiccagione non venne giustiziato perché riuscì a suicidarsi la notte prima dell'esecuzione con una capsula di cianuro. Lo impiccarono comunque dopo morto. Rudolf Hess: ergastolo - Fu l'unico imputato già detenuto durante la guerra; nel 1941 era volato in Scozia ed era stato imprigionato dai britannici. Alfred Jodl: Secondo di, Keitel, era a capo dello staff dell'OKW. Impiccato il 16 ottobre del 1946. Il 28 febbraio 1953 fu assolto postumo da una corte tedesca che lo trovò non colpevole secondo il diritto internazionale. Ernst Kaltenbrunner: Capo del Reichssicherheitshauptamt, maggior gerarca delle SS sopravvissuto alla guerra. Impiccato il 16 ottobre 1946. Wilhelm Keitel: Capo dell'OKW - Nonostante la sua richiesta d'essere fucilato da soldato, fu impiccato come tutti gli altri condannati a morte. Robert Ley: Capo del DAF, il Fronte tedesco del lavoro - Si suicidò impiccandosi nella sua cella il 25 ottobre 1945, prima dell'inizio del processo. Konstantin von Neurath: Ministro degli Esteri del governo Hitler fino al 1938 e governatore del Protettorato di Boemia e Moravia – 15 anni. Erich Raeder: Großadmiral e comandante della Kriegsmarine fino al 1943 - ergastolo. Joachim von Ribbentropp: Ministro degli Esteri del governo Hitler dal 1938 - Ideatore del patto di non aggressione fra Germania e Unione Sovietica. Impiccato il 16 ottobre del 1946. Alfred Rosenberg: Ideologo del partito nazista e padre delle teorie razziste - «Protettore di territori occupati a est», ossia il Ministro responsabile per i territori occupati dal 1941. Impiccato. Fritz Sauckel: Le sue ultime parole furono: «Muoio innocente. La mia sentenza è sbagliata. Dio protegga la Germania». Impiccato. Baldur von Schirach: Capo della Gioventù hitleriana - 20 anni. Arthur Seyss-Inquart: Fu uno degli artefici dell'Anschluss. Impiccato. Albert Speer: Ministro degli armamenti del governo Hitler – 20 anni. Julius Streicher: Giornalista, direttore del settimanale Der Stürmer. Le sue ultime parole furono: «Questa è la mia celebrazione del Purim 1946. Sto andando da Adonai. I bolscevichi vi prenderanno tutti un giorno! Adele, mia cara moglie... Heil Hitler!» Impiccato. Tutti gli imputati condannati a morte vennero impiccati il 16 ottobre 1946 nel seguente ordine: von Ribbentrop, Keitel, Kaltenbrunner, Rosenberg, Frank, Frick, Streicher, Sauckel, Jodl, Seyß-Inquart. Fu impiccato anche Hermann Göring, che riuscì a suicidarsi il giorno prima dell'esecuzione con del cianuro di potassio. Il boia fu il sergente statunitense John C. Woods. Gli ebrei hanno i 10 comandamenti, il candelabro a 7 braccia e le 22 lettere dell'alfabeto, il loro numero però l'11. A fine processo a Norimberga avrebbero dovuti essere impiccati 11 condannati. Il giorno prima però Herman Goering si suicidò con una capsula di cianuro. Tentarono disperatamente di rianimarlo, invano. Allora impiccarono il suo cadavere. Le 11 impiccagioni avrebbero dovuto essere parte integrante di un rituale esoterico. Il loro rituale fallì per il suicidio di Herman Goering e da allora non sono più sicuri di potere dominare il mondo secondo la loro legge talmudica. (salvatore brosal - brigas della Sila - hervé schirrhein)

martedì 23 maggio 2017

vaccinazioni obbligatorie per ridurre la popolazione mondiale?!? Prevenzione o follia distruttiva?!?

Tornano obbligatorie le vaccinazioni nelle scuole italiane. I bambini non potranno iscriversi a nidi e materne se non saranno vaccinati. Sanzioni per i genitori di alunni non vaccinati che frequentano elementari, medie e i primi due anni delle superiori. Ecco cosa cambia per le famiglie italiane: Senza vaccinazioni è vietata l'iscrizione di bimbi a nidi e materne (da 0 a 6 anni). Sanzioni invece per i genitori di bambini che frequentano le elementari, le medie e i primi due anni delle superiori se i loro figli non sono a posto con i vaccini. L'entità della multa va da 500 a 7500 euro.
Stanno davvero ammazzando i nostri bambini con i vaccini obbligatori? Se è così molti si chiedono come mai tanta gente va dietro alle puttanate del calcio, invece di interessarsi di queste cose importanti? Molti preferiscono ubriacarsi di calcio e di programmi televisi dementi piuttosto che porsi la semplice domanda: perché sta succedendo tutto questo? Ormai i media del regime ci lavano il cervello e ci mettono le catene nella mente, impedendoci di pensare e di reagire. Nessuno si rende conto della pericolosità di questo strapotere massonico mondiale rothschildiano che per distruggere la razza bianca obbliga, per legge, i genitori a vaccinare i propri figli. Mi domando con rammarico: perché stanno distruggendo la nostra vita e il futuro dei nostri figli? Nessun medico serio, che non faccia parte del sistema, è sicuro della validità ed efficacia di questi vaccini. Nessuno, dico nessuno, è sicuro che questa obbligatorietà della vaccinazione sia la via giusta per prevenire eventuali malattie future. Il fronte del dissenso non viene tenuto affatto in considerazione.
La tortura delle vaccinazioni, perché?
Ci stanno genitori che non vogliono affatto che i loro figli vengano massacrati e sottoposti a questi tipi di vaccinazione. Vaccinazioni che stanno procurando autismo, e altri tipi di malattie sconosciute, ai nostri bimbi. Questo potere satanico, sionista e rothschildiano che domina il mondo ha deciso: bisogna ridurre la popolazione mondiale con la vaccinazione obbligatoria. I nostri rappresentanti politici, inetti, incapaci e per di più non eletti dal popolo, ubbidiscono, dietro lauti compensi, alle direttive sataniche del potere talmudico che sta portando il nostro popolo verso la sofferenza e la morte programmate. E così da anni ormai continuiamo a morire lentamente tramite la disperazione, tramite le polveri sottili, tramite i cibi avvelenati, tramite l'inquinamento delle acque e della terra, tramite le scie chimiche e chi più ne ha, più ne metta...Fino a maggio 2017 le vaccinazioni obbligatorie in Italia erano quattro: antidifterica, antitetanica, antiepatite B e antipoliomielitica, anche se molte altre venivano comunque offerte attivamente e gratuitamente dal servizio sanitario. Ora però le cose cambiano. Un decreto legge appena approvato dal Consiglio dei ministri, infatti, porta a 12 le vaccinazioni obbligatorie per la fascia d'età 0-16 anni. Ecco quali sono: antipoliomielitica, antidifterica, antitetanica, antipertosse, antiepatite B, Anti Haemophilusinfluenzae tipo B, Antimeningococcica B, Antimeningococcica C, Antimorbillo, Antiparotite, Antirosolia, Antivaricella. 12 Vaccinazioni, ma servono davvero? Questa domanda se la pongono genitori e cittadini che non credono più in questo Stato, spacciato per italiano, che è totalmente nelle mani della massoneria talmudica imperialista mondiale. Molti, anche sui social network hanno iniziato a discutere di questa imposizione, che non ha proprio nulla di trasparenza. 12 vaccinazioni, obbligatorie per legge, stanno facendo tremare genitori e persone che non credono più alla medicina ufficiale. Quasi tutti i genitori, infatti, ritengono che queste 12 vaccinazioni sottopongano il sistema immunitario del bambino a uno stress eccessivo. Noi stiamo dalla parte dei genitori e non vogliamo affatto che il nostro popolo venga distrutto dalla follia di pochi.
Il Dott. Roberto Gava radiato dall'ordine dei medici per essersi espresso contro la vaccinazione obbligatoria
Dario Miedico, medico no vax
Perché il dottor Dario Miedico, che è contro la vaccinazione obbligatoria, è stato radiato dall'ordine dei medici con una decisione presa all'unanimità dai quindici membri della commissione che lo ha ascoltato il 20 maggio? Si tratta del secondo caso in Italia. "Decisione per terrorizzare tutti i medici". La decisione non per nulla era inattesa, lo stesso Miedico, se l'aspettava, tanto che subito dopo l'audizione in commissione disciplinare aveva affermato: "La mia radiazione è il modo per terrorizzare tutti i medici che esprimono idee diverse e controcorrente". Il dottor Miedico aggiunge: "Sui vaccini ormai si è scatenata una caccia alle streghe. Ma io non sono assolutamente contro, sono solo fermamente contrario all'obbligo vaccinale, da cui emergono tutti i danni che ho visto in questi anni". Poi ha aggiunto: "L'accusa è molto pesante e il clima è questo, specie dopo il decreto Lorenzin. E' una decisione indicativa di un atteggiamento drastico nei confronti delle vaccinazioni. Speravo che l'Ordine avesse coraggio". E' il secondo caso in Italia. Miedico era stato anche uno dei firmatari di una lettera che esprimeva perplessità sulle vaccinazioni pediatriche. Tra i firmatari della stessa lettera c'era anche il dottor Roberto Gava, il primo medico radiato in Italia: il procedimento contro di lui era stato preso nei mesi scorsi dall'Ordine di Treviso. Perché i medici come Roberto Gava e Dario Miedico vengono sottoposti a sanzioni se osano portare a galla la verità sommersa dei danni da vaccino? (s. brosal, hervé schirrhein, brigas della Sila)
Video - Vaccini: la Morte nelle vene - No alle vaccinazioni obbligatorie 

venerdì 5 maggio 2017

gli operatori dei call-center, soprattutto della telecom, sono poveracci molestatori al servizio dei grandi capitalisti globali

(Telefonano dall'Albania, e da tanti altri paesi stranieri. Non capiscono la cortesia e se chiudi il telefono ti richiamano per molestarti fino all'esaurimento)

Veniamo subissati, snervati e spossati da telefonate moleste dei call center. Anche quando li invitiamo a non telefonarci più il fastidio continua. Una violenza mercenaria e gratuita di tanti poveracci sfruttati bestialmente a cui i parlamentari dovrebbero porre fine da subito. Dietro ogni telefonata si nascondono le trappole di questi maledetti contratti online non richiesti, non voluti, non desiderati. Essere gentili con queste persone che ci chiamano e ci angosciano, perseguitano, angustiano, molestano, perseguitano e tormentano non serve proprio a nulla.
Ti chiamano all'ora di pranzo, di mattina presto o di sera tardi: sono Sara o Antonio che ti offrono di tutto di più. Offerte che ti vengono ripetute, come un disco incantato, al telefono fisso e anche al telefonino, magari mentre cerchi di venire fuori da un incrocio dove i semafori si sono messi improvvisamente a lampeggiare.
C'è un disegno di legge, numero 2452, presentato dalla senatrice Cinzia Bonfrisco, che prevede una soluzione abbastanza semplice: chi non vuole essere disturbato dai molestatori del telemarketing si iscrive in un registro e li tiene lontani definitivamente, ma abbiamo saputo che molti che ci si sono iscritti continuano ad essere molestati come e più di prima!
Ci siamo proprio stancati di fidarci e di essere presi in giro aspettando che questi politicanti, venduti e stravenduti peggio di Giuda Iscariote intervengano per dare una calmata a questi eterni molestatori che rompono le scatole ininterrottamente a tutti gli Italiani.
Anche da questo piccolo indizio, ormai si fa sempre più chiaro in noi tutti, Popolo Italiano, il concetto chiaro e forte che dobbiamo organizzarci proprio ad iniziare da noi stessi.
Nello stesso tempo, dobbiamo stare ben attenti a tutti i numerosissimi falsi amici che sono ancora più pericolosi dei nemici a viso aperto!
Infatti bisogna fare molta attenzione e stare ben lontani da tutti i numerosissimi falsi amici, che sono invece servi, imbroglioni e criminali mascherati da "brave persone", che stanno di fatto dalla parte del criminale, antidemocratico ed antipopolare regime mondiale e locale che opprime il nostro popolo e tutti gli atri popoli del mondo! Un potere oscuro e maledetto che favorisce sempre e soltanto tutti i più ricchi e più potenti del mondo! Costoro, infatti, fanno tutti parte della massima potentissima ed infernale cabala dominante dell'impero mondiale ebraico e massonico, il cui supremo capo, padrino, padrone e signore assoluto è il famigerato, criminale e diabolico caporabbino e capostrozino mondiale Jacob Rothschild!.
Noi avremo pace e prosperità solo dopo che saremo riusciti: ad abbattere Jacob Rothschild ed il suo impero mondiale del male e ad edificare e mantenere il nostro impero mondiale del bene! (Brigas della Sila)


mercoledì 12 aprile 2017

Il trionfo della Volontà - Parla Joseph Paul Goebbels

video
La fiamma del nostro entusiamo non deve mai spegnersi. Tutto quello che facciamo è solo per rendere il nostro Popolo felice. Questo è il compito supremo del Nazionalsocialismo. 

sabato 18 febbraio 2017

le tasse sono una vera truffa - lo sciopero fiscale è la nostra arma per sconfiggere questo Stato usuraio

Se le tasse non si traducono in servizi, da parte dello Stato verso i cittadini, sono una colossale truffa per pagare l'inesistente debito pubblico.  
Queste tasse sono una truffa, un'estorsione ed una vera e propria Rapina, un vero e proprio atto criminale contro il Popolo Italiano!....
''Non pagare le tasse è uno dei metodi più rapidi per far cadere un governo'' - Ghandi.

Non pagarle è assolutamente necessario per sopravvivere!
Il Popolo Svizzero, il cui Territorio Statale confina giusto con l'Italia,  attualmente vota ed approva, o disapprova direttamente le sue proprie tasse che vuol pagare e paga, o che non vuol pagare e non paga!
Perché mai il Popolo Italiano, deve invece essere considerato incapace , inadatto, incompetente ed interdetto a decidere le sue proprie tasse, e per di più proprio sulla base di una costituzione criminale e truffaldina che da una parte dice, solo a fini di inganno demagogico, che il Popolo è "Sovrano" ma dall'altra invece interdice esplicitamente e praticamente proprio allo stesso popolo dal pronunciarsi su problemi economici. Il famigerato art. 75 tra l'altro afferma chiaro e tondo: "Non e` ammesso il referendum per le leggi tributarie e di bilancio, di amnistia e di indulto, di autorizzazione a ratificare trattati internazionali"
A suo tempo il Popolo Americano, con il famoso "Boston Tea Party" <http://www.okpedia.it/boston-tea-party> , nel 1773, si ribellò contro le tasse arbitrarie ed eccessive imposte senza formale e diretta consultazione popolare dal governo coloniale inglese, dando con ciò praticamente inizio alla rivoluzione americana ed alla guerra di indipendenza americana che diedero origine alla nascita degli Stati Uniti d’America!
E dunque perché mai il Popolo Italiano dovrebbe invece rassegnarsi al suicidio in massa di fronte a tutte le tasse, imposte, accise, multe, etc. con cui tutti i governi di questo Stato, coloniale, massonico, ebraico, rothschildiano senza Sovranità opprimono, perseguitano a morte e cannibalizzano lo stesso Popolo Italiano?
Il fatto è che: ''Non pagare le tasse è uno dei metodi più rapidi per far cadere un governo'', lo disse perfino il pacifista Ghandi.
Solo questo rimane al Popolo Italiano per potere sopravvivere contro questo Stato nemico!
Infatti: questo Stato, schiavo dei cosiddetti Poteri Forti", cioè di Rothschild", alla solita insegna dei "Due pesi e due misure", persegue ferocemente ed implacabilmente la "evasione fiscale" fino a spingere i malcapitati al suicidio, ma solo ed unicamente quando è praticata dal popolo minuto!
Viceversa, quando l'Evasione Fiscale è praticata dal Popolo Grasso, o meglio ancora dagli Ottimati, specie se sono suoi amici, allora diventa misericordioso, tollerante, permissivo, liberale, generoso e perfino prodigo: come quando ai criminali padroni delle slot-machines ha condonato 90 miliardi di tasse evase, in cambio di una miserabile ammenda di 560 milioni che rappresentano meno dell'1% della cifra iniziale dovuta.
Ma di fronte all'élite, ovvero di fronte ai "Poteri Forti", e cioè allo stesso Rothschild in persona, allora lo Stato massonico, ebraico, rothschildiano, attualmente vigente in Italia, si mette letteralmente in ginocchio con la fronte che tocca terra, ma col posteriore ben in alto e a totale disposizione del satanico Rothschild!...
Tanto è vero che detto Stato si è caricato di un assurdo, idiota, criminale, falso ed ipocrita "debito pubblico" che attualmente è di 2.300 miliardi di euro!...
E cresce, cresce, cresce continuamente ed impagabilmente, al ritmo del 5% di interesse usuraio ed anatocistico annuo e
d in più vi aggiunge il peso di tutti gli altri prestiti forzosi che Rothschild gli impone:
- col fatto che egli ha estorto a questo suo stato anche il signoraggio; cioè la facoltà di essere proprietario della moneta e di battere e stampare e distribuire moneta a proprio piacimento!
- e col fatto che questo stato, senza sovranità, si adegua servilmente anche all'estorsione delle cosiddette "Privatizzazioni" con cui in pratica svende per briciole, e regala anche ulteriori "Finanziamenti" alle Aziende Statali ed a tutti i Beni Statali mobili ed immobili a Rothschild ed a tutto il suo popolo di vampiri che imperversano sempre più voraci ed insaziabili come belve scatenate.
La sostanza è che:
- Non dobbiamo essere Noi, il Nostro Popolo ed il Nostro Stato a pagare le Tasse a Rothschild, al suo "popolo" di strozzini, ai suoi seguaci ed al suo Stato servile!
Debbono invece essere Rothschild, il suo "popolo eletto", i suoi seguaci ed il suo stato massonico, ebraico, rothschildiano a pagare le tasse a Noi, al Nostro Popolo ed al Nostro Stato Democratico e Popolare! (s.brosal - duccio ma.)

Video: Sciopero fiscale contro signoraggio bancario e truffa delle tasse